L’idea è quella di fare un’escursione non lontana da casa, breve, ma con dei bei panorami autunnali: optiamo per il Pizzo Rabbi dalla Val Bodengo, una zona che non ancora visto. Ritiriamo il pass (6€) al Bar Gordona e proseguiamo lungo la bellissima strada che si addentra nella valle. Parcheggiamo in località Pra Pincè (979m) e, superato un ponte, cominciamo a risalire la Val Garzelli.

Il sentiero sale ripido in un bellissimo bosco che, in questo periodo, dà il meglio di se. Dopo un’ora e trenta minuti circa arriviamo alla magnifica Alpe Campo: un luogo incantevole, posto in un bellissimo anfiteatro ai piedi del Ledù. Breve sosta per una fetta di torta e poi via verso la vetta. Sbagliamo però strada, seguendo una debole traccia lungo il torrente.

Il percorso invece si snoda sulla sinistra orografica della valle passando vicino ad un grosso masso visibile dall’alpe: conviene quindi superare il torrente al primo ponte per non perdere il sentiero. Dal masso in poi la traccia diventa molto più evidente, con abbondanza di ometti e bolli bianchi e rossi.

Un’ultima, breve pietraia e siamo alla Bocchetta del Cannone dove spunta il Bivacco Petazzi circondato dalla nuvole. Un ultimo facile tratto di cresta e siamo sulla vetta del Pizzo Rabbi. Mangiamo qualcosa, mettiamo le bandierine sul grosso ometto di vetta e iniziamo a scendere. Breve tappa al bivacco (molto bello, con coperte, materassi e gas) e poi giù verso la macchina.

Salita rapida, comoda e con bellissimi panorami, perfetta per l’autunno.