Ogni tanto un Venerdì di ferie ci vuole, il tempo è bello e quindi si va in montagna con Giò. Rimane da decidere la meta: vogliamo fare un 3000 in giornata e la scelta ricade sul classico Breithorn dal Sampione. Alle 4 Partiamo da Seregno in direzione del passo, dove arriviamo circa due ore dopo con una bellissima alba sul Fletschhorn. Decido di portare tutta l’attrezzatura, il ghiacciaio è in forte ritirata ma non si sa mai.

Passiamo da Rotels e, al traliccio dopo lo skylift, abbandoniamo il sentiero che va verso la Capanna Monte Leone e puntiamo verso un grosso masso posto sotto la cresta nord ovest dell’Hubschorn. Qui inizia un lungo traverso che ci permette di aggirare la cresta. Superato qualche ripido e insidioso nevaio, iniziamo a risalire il lungo pendio morenico in direzione del ghiacciaio.

Mettiamo i ramponi, ci leghiamo e iniziamo a risalire l’Homattugletscher. Fa un caldo pazzesco, salgo addirittura in maniche corte. Con qualche zig-zag guadagniamo l’Homattupass dove appare per la prima volta il Monte Leone. Da qui è ben visibile la nostra cresta di salita. La parte finale è facile e molto bella, peccato per le neve che cominciava a smollare. Eccoci in vetta: panorama grandioso sui 4000 del Vallese e sull’Oberland Bernese.

Scendiamo in fretta per evitare di sprofondare, fortunatamente la neve tiene quel tanto che basta per procedere spediti.Seguendo lo stesso percorso di salita, rientriamo al Sempione, dove non ci facciamo mancare una birra ma soprattutto un bel piatto di Rösti!