Finalmente dopo diversi tentativi andati a vuoto siamo riusciti a portare a casa questa salita. Sapevamo che le condizioni potevano essere buone visto che da inizio inverno non ha praticamente mai nevicato. L’unico dubbio erano le temperature eccezionalmente alte previste per Sabato ma ormai avevamo deciso di provare. Partenza alle 4:45 da Desio verso Tremenico e il Roccoli Lorla. Io e il fido Stefano arriviamo al parcheggio alle 6:15 con un bel fohn e una temperatura folle di 13°C! Siamo un po’ dubbiosi ma ci facciamo coraggio e partiamo con le frontali per raggiugere la Ca’ de Legn.

Arriviamo al bivacco in poco meno di due ore, e scopriamo di non essere gli unici a voler tantare il canale, ci sono altre due cordate. Mettiamo tutto subito (ramponi, imbrago casco ecc..) prima di muoverci verso il canale. Per raggiungere l’attacco del canale si deve scendere per circa un centinaio di metri: non c’è neve e i ramponi fanno un’ottima presa sull’erba. Non c’è un percorso obbligato nella prima parte, noi siamo stati decisamente sulla destra per sfruttare un lingua di neve. Prima di partire ci assale il solito dubbio: legarsi o non legarsi? Decidiamo di iniziare senza corda visto che la prima parte non sembra difficile.

Fa caldo ma l’umidità è bassissima e con nostro stupore constatiamo che la neve tiene bene. Saliamo rapidamente, l’inclinazione arriva al massimo a 45° e non ci sono salti di roccia. Poco prima del bivio che divide le due varianti troviamo un tratto con ghiaccio vivo che superiamo usando le due picozze. Da qui ci sono due alternative: prendere la variante di destra che segue la parete rocciosa oppure deviare a sinistra lungo la variante “Poldo” leggermente più facile.

Prendiamo la variante di sinistra che sale su neve con inclinazione costante sui 45° e qualche breve tratto a 50°. Alla fine dello scivolo nevoso bisogna affrontare un breve salto di roccia di II° max dopo il quale inizia una bellissima e molto scenografica strettoia. Finita la strettoia vediamo l’uscita del canale a sinistra della cima. Dopo due ore e mezza siamo fuori, missione compiuta!

Nelle condizioni che abbiamo trovato valuterei la salita come PD. Non è difficile ma la lunghezza non è da sottovalutare visto che pendenze non mollano mai. Complessivamente ci vogliono dalle 4 alle 5h dal parcheggio alla vetta. Purtroppo il solito bar sotto i Roccoli è chiuso ma festeggiamo comunque a Bellano con una bella birra!